Oasis of the Seas: Il più grande transatlantico mai costruito

28 10 2009

oasis_of_the_seasIn questi giorni sn in molti a parlarne del transatlantico Oasis of the Seas il più grande mai costruito ke si appresta al suo primo viaggio il 1° Dicembre. La nave, della compagnia americana Royal Caribbean, è più grande del Titanic, con una stazza lorda di 220mila tonnellate, è dotata di più attrazioni di una città media di provincia. Costata 900 milioni di euro, può ospitare 6.360 passeggeri e 2.000 membri d’equipaggio.
Qui una carrellata di foto dalla rete x mostrarla in tutto il suo splendore.
Cm dire, un Monolite galleggiante 🙂

P.S.: Mega nave da crociera passa il ponte per un soffio ovvero sequenza fotografica del primo intoppo dell’Oasis of the Seas nel viaggio dal cantiere di costruzione verso la Florida. Dopo le incertezze iniziali, la nave – che conta circa 20 piani – è riuscita a sgusciare sotto il ponte, non prima di aver abbassato al massimo le sue ciminiere.

Annunci




Eden e l’autosufficienza

17 03 2008

Una micronazione o microstato (preferisco micronazione xkè al femminile mi suona meglio :-)) realizzata su un’isola artificiale in mezzo al mare ha ovvi problemi di approvvigionamenti energetici e di quant’altro, dipendendo in tutto dalla terraferma se non si attuano soluzioni di autonomia e sostenibilità sull’isola stessa. Le attività commerciali dell’Isola di Eden saranno molte e delle principali ho già scritto e saranno queste attività ke porteranno la rikkezza sull’isola al fine di consentire il suo funzionamento e la sua manutenzione nonkè risorse x la gestione della sua popolazione come l’alimentazione, i medicinali e quant’altro di necessità x vivere sull’isola. Con le risorse finanziarie dovrà essere possibile acquistare tutti i beni e le risorse materiali trasportabili via nave o via eliporto sull’Isola di Eden ma qualcosa si può e si deve fare x tentare di raggiungere l’autosufficienza energetica e non solo. Per questo si faranno uso delle energie alternative come il sole e il vento, forse anke la forza di marea se possibile. La parte esposta al sole e alta del monolite sarà tappezzata di pannelli solari fotovoltaici, il lato esposto al sole sarà costruito x sfruttare al massimo la cattura del calore solare in inverno e al contrario d’estate sul principio delle case passive. Sulla cima del monolite o cmq dove saranno + funzionali saranno poste delle elike x sfruttare i venti e produrre energia elettrica eolica. All’interno del monolite saranno predisposte delle cisterne o depositi sia alimentari e sia di carburanti cosiccome una centrale energetica x l’autosufficienza in caso di carenza di energia da fonti alternative. Diciamo ke x farsi una idea di come progettare il monolite dell’Isola di Eden sarà sufficiente prendere esempio da una nave oceanica o meglio da un Transatlantico ovvero da una delle tante navi passeggere da crociera ke solcano i mari. Motivo x cui saranno, tra i primi cittadini virtuali di Eden, benvenuti e caldamente accolti gli ingegneri navali specializzati in navi da crociera nonkè gli ingegneri con esperienza di costruzione di piattaforme offshore.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: