Anke i Pirati erano Democratici

10 07 2008

L’altra sera, forse Martedì sera, in televisione ho visto un servizio di Atlantide su La7 ke parlava di Vikingi e Pirati. La cosa ke mi ha stupito e ke non sapevo, beata ignoranza, è ke i Pirati erano democratici ovvero applicavano il metodo democratico come la storia ellenica ci ha tramandato.
Su wikipedia c’è un interessante approfondimento sui Pirati e la loro storia, vale la pena di appronfondire la loro conoscenza.
I Pirati prendevano le loro decisioni in maniera collettiva. Non esisteva un leader assoluto; il capitano veniva eletto da tutta la ciurma riunita (dall’ultimo mozzo al timoniere). Esattamente come nell’Agorà di ellenica memoria come ho avuto modo già di scrivere.
I Pirati dei Caraibi, i + famosi e conosciuti, risiedevano su un’isola e possiamo quindi immaginarceli come un piccolo stato con le sue regole, primo esempio forse di micronazione della storia terrestre, kissà.
Certo ke pensare all’Isola di Eden e scoprire ogni giorno ke nella storia ci sono tante coincidenze e alla fine ripetizioni di cose già avvenute fa ben sperare. Naturalmente sull’Isola di Eden niente Pirati ma solo una pacifica comunità tecnocratica 🙂

Annunci




Circa i partiti politici

21 04 2008

Visto ke in Italia siamo freschi di elezioni politike x il parlamento e alcune amministrative mi sembra opportuno ribadire un concetto. Sull’Isola di Eden i partiti politici non sono e non saranno mai riconosciuti, in pratica è come se fossero vietati anke se in realtà nessuna legge ne vieterà mai l’esistenza, ma la legge non riconoscerà mai il loro diritto a esistere. Questo x il semplice motivo ke i partiti politici vogliono essere come i sindacati o altre associazioni o raggrupamenti una rappresentanza, ma i cittadini di Eden non ne hanno bisogno, ognuno rappresenterà se stesso e ognuno avrà sempre voce in capitolo e il suo voto sarà sempre un voto valido e utile.
Quindi ribadisco ke la democrazia sull’Isola di Eden sarà diretta e non rappresentativa e sarà espressione di una società alla pari tra pari dove ognuno sarà libero di esprimere la propria idea o pensiero direttamente senza intermediazioni, tramiti o altre nefandezze ke hanno il potere di trasformare le società in trappole piramidali sociali di valori o di pensieri dominanti o cmq sempre riduttivi e asserviti al servizio di poki eletti spesso di dubbia capacità se non quella di farsi eleggere.
Sull’Isola di Eden la democrazia è e sarà sempre diretta.





La prima motivazione

8 02 2008

Xkè una nuova nazione anke se micro, semplicemente xkè ne ho abbastanza delle politike e della politica, ho scoperto di essere incompatibile coi sistemi di governo ke si alternano in Italia e in generale con questa pseudo democrazia rappresentativa ke non ha + alcun senso. Il termine democrazia deriva dal greco demos: popolo e cratos: potere, e significa governo del popolo. Orbene, non mi sembra ke il popolo governi alcunkè, quindi ke democrazia è questa ?
Dove nacque la democrazia, nell’antica Grecia, era il popolo riunito nell’agorà, la piazza principale della città, ad ascoltare le mozioni ed a scegliere collettivamente su ciò ke veniva loro proposto. Oggi si definisce questa come democrazia diretta e si è spacciata quella dei governi come democrazia indiretta ovvero rappresentativa. Persone elette x rappresentarci in un parlamento e ke fanno ciò ke meglio credono con un mandato non vincolante nei confronti degli elettori.
La giustificazione è ke oggi una grande nazione non potrebbe + essere gestita altrimenti, ma è falso. Oggi le tecnologie potrebbere renderci tutti partecipi in ogni decisione o quantomeno in tutte quelle importanti, nulla vieta una democrazia diretta a ki volesse esercitarla ma la casta ormai ha il potere e nessuno potrà mai + toglierglielo.
Preferisco tornare all’alba della civiltà, preferisco tornare alla città stato, sogno la Micronazione di EDEN.
Inoltre troppe differenze ci sono tra genti e tra popoli, differenze di pensiero e di misura, pertanto solo comunità simili possono marciare verso il futuro, unite e solidali, forti e sicure di sè, x questo EDEN ospiterà solo coloro ke saranno congruenti al mio pensiero.
Leader di una comunità di uguali volti verso il futuro, verso l’universo degli spazi profondi alla ricerca di nuovi orizzonti mai sazi di quelli ormai divenuti conosciuti.
L’isola di EDEN si popolerà di uomini e donne razionali e liberi, molte cose dovranno distinguerci e nel prosieguo di questo diario tutto sarà reso esplicito.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: