Collabora

Il sogno x diventare realtà necessità di tanti collaboratori e magari futuri cittadini dell’Isola di Eden.
La molteplicità delle culture e delle conoscenze indispensabili  alla creazione dell’Isola di Eden rende, potenzialmente tutti i volenterosi disponibili, in grado di assumersi un incarico o una responsabilità in un aspetto del progetto.
La filosofia della comunità creativa sarà improntata ai dettami del Free and Open Source Software applicato in tutti gli aspetti del progetto e sarà gestita come una comunità collaborativa siccome il mondo GNU/Linux ci insegna.
Naturalmente ove ci siano specifiche conoscenze basata su software commerciali legalmente usati non ci saranno problemi a patto ke tutto possa poi convergere in un progetto pubblico e condivisibile con strumenti Free, ad esempio: MS Word verso Open Office, Autocad verso Blender.

Se siete studenti universitari prossimi alla laurea e dovete programmare la vostra tesi potreste basarla su specifiki aspetti dell’Isola di Eden in ambiti vari: Ingegneria, Architettura, Informatica, Scienze etc. etc.
Un architetto o un ingegniere potrebbero ad esempio concentrarsi sul Monolite, non solo x aspetti edili ma anke x tutti gli altri aspetti tecnologici.
Un informatico potrebbe aiutarci nell’analisi del governo informatico dell’Isola di Eden sia come parte tecnica sia come gestione integrata di tutte le istituzioni.
I laurendi in scienze hanno altrettante possibilità di analisi x l’autosufficienza alimentare e la gestione delle risorse in uno stato stazionario.
Cosiccome avvocati, agronomi, medici etc etc x i relativi apetti circa il progetto dell’Isola di Eden.
Naturalmente anke ki è già un professionista o esperto in uno qualsiasi dei campi di applicazione del progetto dell’Isola di Eden è ovviamente benvenuto cosiccome semplici fans di questo sogno.
L’invito è rivolto a tutti ovvero singoli, gruppi, associazioni, aziende e quant’altro … sia italiani ke stranieri.

Kiunque sia disponibile a collaborare o abbia domande e/o dubbi da pormi può x ora contattarmi in email al seguente indirizzo (criptato ma facilmente comprensibile x motivi anti-SPAM) :

alex chiocciolina laseroffice punto it

Inoltre è stato costituito un gruppo “Isola di Eden” su FaceBook a cui potersi iscrivere anke semplicemente come fans del progetto.
Per partecipare attivamente anke da semplici curiosi potete commentare su questo Blog ed anke partecipare al ns Forumisoladieden.forumattivo.com“.

In rete è presente anke il ns sito Web al momento solo come presenza e promozione ke descrive sommariamente i ns principi e linka tutte le risorse messe in atto e in continua evoluzione.

Siamo anke alla ricerca di finanziatori e sponsor del progetto, così come accettiamo contributi economici da kiunque x avere sempre + possibilità di comunicare le ns idee e le finalità del progetto dell’Isola di Eden così da poterla concretizzare.

Un grazie a tutti.

Alex
Presidente della Repubblica dell’Isola di Eden

7 responses

3 08 2008
Ciro

ciao alex vedo che ti interessi all open source leggendo del tuo progetto mi è subito saltato all occhio monolite (metodo con cui è costruito windows) non sarebbe + semplice e + fattibile un sistema a blocchi stile linux?

3 08 2008
Alessandro

Esatto, sono pro F.O.S.S. essendo il progetto dell’Isola di Eden l’apoteosi del libero pensiero e della libertà di espressione, sempre tollerando e rispettando il pensiero di tutti ed evitando conflitti di pensiero. Infatti la filosofia di base è quella di una civiltà tecnocratica ke ad esempio lascia libertà di credo ma dikiarando x sè stessa la sua ininfluenza e non indispensabilità. Cosiccome il software quando è libero può essere GNU/Linux cosiccome Windows senza pregiudizi culturali di alcun tipo.
Il Monolite è una struttura come un grattacielo o un equivalente edificio oltre ke una parola utile x far comprendere il concetto di grandezza e unità della comunità dell’Isola di Eden, pertanto va visto come un unico blocco solo come risultato finale ma in realtà dovrà necessariemente essere progettato e realizzato x gradi, in modo modulare xciò.
Sto infatti studiando un concetto di modularità ke possa far cresce nel tempo la dimensione del Monolite come allargamento concentrico della struttura sia nella sua costruzione di base e sia eventualmente come sviluppo futuro.
L’idea è appena agli inizi, ma spero sia possibile e praticabile xkè cmq è necessaria una costruzione x passi successivi, prossimamente pubblikerò al riguardo i concetti base.
Se l’idea dell’Isola di Eden ti aggrada e ti interessa la parte di sviluppo F.O.S.S., sei il benvenuto 🙂

24 09 2010
FunnyKing

Ho aggiunto il suo blog a http://rischio-calcolato.blogspot.com/ , le sarei grato se facesse la stessa cosa con il sito che amministro.
Grazie e buon lavoro per l’isola.

24 09 2010
Alessandro

Ti ringrazio x il link e x l’augurio 🙂
Provvedo a inserirti nella lista, se hai qalke indicazione particolare da darmi, sarà ben accetta.
E diamoci tranqillamente del tu 😉

27 01 2011
Cassapanco

Nonostante quello dell’Isola delle Rose sia un tema interessante, come è interessante e romantica l’idea di ricordare e riproporre le gesta dell’Ing. Rosa ai giorni nostri, cascano veramente le braccia nel vedere che scrivi ‘x’ al posto di ‘per’ e che stupri tutte quelle parole infilandoci delle ‘k’ a sproposito.
Difficile darti credito se neppure riesci a scrivere in un italiano passabile ed ancora più difficile se si considera che non sei un tredicenne, convinto che il solo italiano scritto sia quello degli sms.
Mi auguro che tu sappia vedere nelle mie parole un consiglio, magari scovandolo dentro all’ammasso di disgusto mal celato.
Saluti.

P.S. E non venirmi a dire che sull’Isola di Eden si scrive così e che questo è il linguaggio della tua teocrazia. Di governi basati sull’ignoranza ne abbiamo a sufficienza anche in Italia: non occorre teorizzarne di nuovi.

29 01 2011
Alessandro

NN solo K ma anke altro 😉
Poi mi spieghi xkè consideri ignoranti ki usa il linguaggio short modello SMS, nn è ke hai pregiudizi o sei nato arcaico ?
L’Isola di Eden nn è l’Italia e la sua lingua nn sarà l’Italiano, qella in essere si sta evolvendo ed espressioni tipo TVB e simili cmq nn ne faranno parte 😉
E’ solo una grammatica ke razionalizza la scrittura in qanto siamo una tecnocrazia.

8 06 2011
fabio

Quoto cassapanco. Scrivere in un linguaggio comprensibile sarebbe un buon punto di inizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: